certificazione parità di genere SA 8000 costi consulenza iso 9001, 14001, 45001, UNI EN 1090 brescia bergamo mantova cremona verona FSC milano ISO 27001 Brescia Milano costo expediting

Accreditamento Reg. Lombardia per Servizi
di Istruzione e Formazione Professionale n. 1116

certificazione parità di genere SA 8000 costo consulente iso 9001 14001 45001 1090 brescia bergamo mantova milano cremona verona costi FSC
Home PageContattiCorsi gratis
Avviso: i nostri uffici saranno chiusi per ferie per l'intera giornata del 26/04/2024.

Incentivi e agevolazioni per ottenere la certificazione della parità di genere secondo la UNI/PdR 125:2022

Che cos'è la certificazione della parità di genere?

La UNI/PdR 125:2022 ha introdotto specifiche linee guida per le aziende che intendano certificare la parità di genere all'interno della propria organizzazione. Si tratta di una certificazione volontaria che le aziende più virtuose potranno richiedere agli organismi di certificazione accreditati, per attestare la conformità dell'organizzazione di impresa ai principi di parità tra i generi, come l'equità salariale, politiche paritetiche di formazione e avanzamento di carriera, attenzione alla genitorialità, luogo di lavoro adeguato, etc...

Avviso pubblico per la concessione di contributi alle MPMI per servizi di assistenza tecnica e accompagnamento in forma di voucher e per servizi di certificazione della Parità di Genere secondo la UNI/PdR 125:2022

A chi si rivolge l'incentivo

Possono partecipare al presente bando le imprese che, al momento della presentazione della domanda, posseggono i seguenti requisiti:
  • essere una micro, piccola e media impresa secondo la definizione di cui all'Allegato I del Regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014;
  • essere regolarmente iscritti e attivi nel Registro delle imprese (come risultante da visura camerale);
  • avere in pianta organica almeno un dipendente alla data di presentazione della domanda di finanziamento.

Caratteristiche dell'agevolazione per la parità di genere

L'agevolazione è suddivisa in due linee di contributo a fondo perduto. La prima prevede l'erogazione di voucher per l'attuazione delle seguenti attività:
  • a) l'analisi dei processi, per individuare i gap esistenti tra lo stato attuale e i requisiti richiesti dalla UNI/PdR 125:2022, per la personalizzazione di documenti/strumenti del Sistema di Gestione della Parità di Genere, per l'implementazione del Sistema di gestione per la parità di genere, per il monitoraggio degli indicatori di performance e la definizione degli obiettivi strategici. Per tali attività sono previste fino a 4 giornate di assistenza;
  • b) la pre-verifica della conformità del Sistema di Gestione adottato dall'impresa alle prescrizioni della prassi della UNI/PdR 125:2022. Per tale attività è prevista 1 giornata di assistenza.
Per questi servizi vengono riconosciuti contributi nella misura massima, per ciascuna impresa, di:
  • euro 1.639,34 al netto di IVA per i servizi di cui alla lettera a);
  • euro 409,84 al netto di IVA per i servizi di cui alla lettera b).
Questi servizi possono essere erogati esclusivamente dagli esperti iscritti all'apposito albo Unioncamere. Il contributo è erogato direttamente a questi ultimi.

La seconda prevede il finanziamento dei servizi per il rilascio della prima certificazione da parte degli OdC iscritti all'“Elenco degli Organismi di Certificazione” di Unioncamere relativamente alle seguenti voci:
  • esame della domanda;
  • verifica documentale;
  • verifica in sede e osservazione diretta dell'attività dell'organizzazione certificata;
  • rilascio del certificato.
Non sono ammissibili i costi per lo svolgimento di altri servizi resi dagli OdC (es. pre-audit, audit supplementari, sorveglianza annuale e rinnovo) diversi da quanto sopra indicato.
Il contributo è pari per ogni giornata di audit dell'OdC a 1.200,00 euro al netto dell'IVA. In relazione al numero di dipendenti viene assegnato un numero di giorni massimi di audit e conseguentemente un contributo massimo, come evidenziato dalla tabella seguente: incentivi parità di genere agevolazioni certificazione parità di genere 2024 incentivi uni/pdr 125:2022 agevolazioni certificazione parità di genere uni pdr 125 2022 contributo per la certificazione della parità di genere Il contributo per la certificazione della parità di genere verrà erogato direttamente all'Organismo di Certificazione.
Tutte le attività dovranno essere realizzate e le relative spese dovranno essere sostenute solo dopo la data di concessione e concluse entro 12 mesi dalla stessa. Il Contributo sarà concesso ai sensi del regolamento “De Minimis” (1407/2013).

Presentazione delle domande di incentivo per la certificazione della parità di genere

Le domande saranno selezionate tramite una procedura valutativa a sportello secondo l'ordine cronologico di ricezione delle stesse, a partire dalle ore 10:00 del 06 dicembre 2023 fino alle ore 16:00 del 28 marzo 2024 a mezzo di procedura telematica. incentivi e agevolazioni per la certificazione della parità di genere incentivi e agevolazioni per la certificazione uni pdr 125 2022

Consulente esperto della certificazione della parità di genere

La certificazione della parità genere è un riconoscimento che attesta l'effettiva implementazione di un sistema di gestione per la parità di genere da parte di un'organizzazione, in conformità con i requisiti stabiliti dalla prassi UNI/PdR 125:2022. Questa certificazione ha lo scopo di favorire l'adozione di politiche per la parità di genere e per l'empowerment femminile a livello aziendale e quindi di migliorare la possibilità per le donne di accedere al mercato del lavoro, di leadership e di armonizzazione dei tempi vita. Per ottenere la certificazione, l'impresa deve richiederla volontariamente a un organismo di certificazione accreditato presso Accredia, che valuterà il grado di conformità dell'organizzazione a sei aree di valutazione: cultura e strategia, governance, processi, human resources, opportunità di crescita e inclusione delle donne in azienda, equità remunerativa per genere, tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro. La certificazione ha validità triennale ed è soggetta a monitoraggio annuale. Per le sole piccole e medie imprese e micro imprese sono previsti contributi destinati sia a supportare servizi di assistenza tecnica e accompagnamento alla certificazione sia a sostenere i costi di certificazione. La certificazione della parità genere rappresenta quindi un valore aggiunto per le imprese che vogliono dimostrare il loro impegno verso una maggiore equità e inclusione nel mondo del lavoro, oltre che beneficiare di incentivi economici e fiscali.

Il nostro metodo di consulenza per ottenere la certificazione della parità di genere secondo la UNI/PdR 125:2022

Area ISO supporta le aziende che intendono dimostrarsi sensibili al tema della parità di genere, offrendo un servizio di consulenza continuativo, durante la fase preparatoria del Sistema, durante la fase dell'Audit per il rilascio del certificato, fino alla risoluzione di eventuali rilievi notificati dall'Organismo di Certificazione.
Il nostro servizio di consulenza prevede una serie di incontri con i responsabili aziendali, in presenza e/o in remoto e non appesantisce la normale operatività dell'organizzazione. Le modalità di consulenza vengono adeguate in base alle esigenze delle aziende clienti; in linea generale queste sono le fasi previste:
  • Studio iniziale dell'azienda cliente e delle sue prassi operative
  • Assessment sullo stato dell'organizzazione e del suo contesto in relazione alle tematiche di Parità di genere
  • Realizzazione di una Gap Analysis per identificare i punti di intervento rispetto agli indicatori di performance
  • Definizione della politica aziendale sulla parità di genere, del riesame della Direzione e dell'organigramma aziendale
  • Stesura di procedure specifiche per la parità di genere (Whistleblowing, Premialità…)
  • Individuazione di obiettivi tangibili di miglioramento per tutti gli aspetti coinvolti dalla prassi, con relative tempistiche di attuazione (welfare, attenzione alla genitorialità, flessibilità nell'orario…)
  • Stesura degli Indicatori di Performance
  • Effettuazione della formazione obbligatoria alle risorse aziendali, sulla tematica di parità di genere
  • Pianificazione del miglioramento a lungo termine con relativi audit di controllo semestrali/annuali
  • Assistenza, se richiesta, durante l'audit da parte dell'Ente di Certificazione
Il sistema della UNI/PdR 125:2022 è integrabile con sistemi già presenti presso le aziende interessate, come il sistema ISO 9001, ma non è obbligatorio avere anche quest'ultima per ottenere la certificazione della parità di genere.

Richiedeteci un preventivo di consulenza per la certificazione della parità di genere.
Link utili: